Dal wiki ubuntu.it i driver per le broadcom b43xxx

Introduzione

La seguente guida ha lo scopo di rendere funzionante la scheda wireless PCI Broadcom BCM 43xx, sia attraverso il gestore driver e, in caso di problemi, attraverso metodi alternativi.

Installazione tramite gestore driver

I driver proprietari possono essere attivati dal gestore driver. È necessario avere già a disposizione una connessione Internet già funzionante.

Se l’attivazione dei driver attraverso gestore automatico dovesse risultare problematica, nei seguenti paragrafi viene mostrato come installare manualmente i driver STA e i driver b43.

Identificazione della scheda

Le schede prodotte da Broadcom sono supportate da driver che variano a secondo del modello, è quindi necessario identificare correttamente la scheda presente nel proprio computer digitando in una finestra di terminale il seguente comando:

lspci -vvnn | grep 14e4

Avendo applicato il filtro 14e4 al comando lspci la ricerca verrà limitata alle sole schede PCI Broadcom. Un tipico output del terminale potrebbe essere ad esempio questo:

03:00.0 Network controller [0280]: Broadcom Corporation BCM4322 802.11a/b/g/n Wireless LAN Controller [14e4:432b] (rev 01)

I dati che interessano sono:

  • Card/Model – BCM4322

  • PCI-ID – [14e4:432b]

Per verificare quali driver sono in uso e verificare il buon esito delle varie procedure d’istallazione si può fare ricorso a questo comando:

lspci -vvnn | grep -A 9 Network

Che restituisce informazioni dettagliate della scheda di rete wifi e mostra i driver utilizzati dal sistema per gestirla.

Schede supportate

I driver sono in costante sviluppo e un dato id di chip può essere supportato da più driver:

  • wl per chip con id: BCM4311, BCM4312, BCM4313, BCM43142, BCM4321, BCM4322, BCM43224, BCM43225, BCM43227 e BCM43228.

Installare il driver come spiegato al paragrafo Installazione driver STA.

  • b43 per chip con id: BCM4306 (rev 03), BCM4309, BCM4311, BCM4312, BCM4318, BCM4322, BCM4331, BCM43224 e BCM43225

Installare il driver come spiegato al paragrafo Installazione driver b43.

  • b43legacy per chip con id :BCM4301, BCM4306 (rev 02), e BCM4309.

  • brcmsmac (anche conosciuto come brcm80211) per chip con id : BCM4313, BCM43224 e BCM43225

  • brcmfmac per chip con id : BCM4329, BCM4330, BCM4334, BCM43235, BCM43236 e BCM43238

  • rndis_wlan per chip con id : BCM4320

Per conoscere quale scheda è supportata dai relativi driver, consultare questa pagina.

Le scheda non supportate dai driver dovranno necessariamente far affidamento su Ndiswrapper per usare i driver closed source di Windows.

Installazione driver STA con connessione internet

Ubuntu 12.04

Aprire una finestra di terminale ed installare il pacchetto bcmwl-kernel-source:

sudo apt-get update
sudo apt-get --reinstall install bcmwl-kernel-source

Se viene visualizzato il messaggio: La compilazione del modulo per il kernel attualmente in esecuzione è stato ignorata poiché il sorgente del kernel per il kernel non sembra essere installato questo significa che manca l’appropriato pacchetto del linux-header.

Per testare il driver ,ed evitare un riavvio del computer, digitare il comado:

sudo modprobe -r b43 ssb wl brcmfmac brcmsmac bcma
sudo modprobe wl

Aspettare alcuni secondi affinche Networkmanager scansioni le reti wifi disponibili prima di tentare una conessione. Il pacchetto bcmwl-kernel-source dovrebbe mettere in blacklist automaticamente i driver open source in modo che il driver STA sia l’unico in uso.

Installazione driver STA senza connessione internet

  1. Verificare che la propria scheda sia supportata dai driver STA.

  2. Da un computer con accesso a internet recarsi alla pagina http://packages.ubuntu.com dove potranno essere scaricati i pacchetti:

    • dkms

    • patch

    • fakeroot

    • libfakeroot (presente dalla 14.04 in poi)

    • bcmwl-kernel-source

  3. Riempire i campi di ricerca nel seguente modo:
    • Keyword: nome del pacchetto.

    • Distribution: nel manù a tendina selezionare la propria versione di Ubuntu.

  4. Fare quindi clic sul tasto Search.

  5. Durante la ricerca fare attenzione a selezionare il pacchetto appropriato per le architetture i386 o amd64.

  6. Una volta effettuato il download installare i singoli pacchetti.

Installare i driver b43 con connessione internet

I kernel per Ubuntu 8.04.x ​​(Hardy Heron) e versioni successive forniscono i driver B43, tuttavia a causa delle restrizioni di dirito d’autore, non è presente il firmware proprietario, che è necessario per far funzionare la scheda. Le seguenti istruzioni spiegano come estrarre il firmware desiderato.

Ubuntu 14.04 e Ubuntu 12.04

  1. Aprire una finestra di terminale ed aggiornare la lista dei pacchetti digitando il comando:

    sudo apt-get update

  2. Installare il pacchetto appropriato in base alla versione dei driver.
  3. In Ubuntu 14.04 assicurarsi di aver rimosso il pacchetto bcmwl-kernel-source digitando:

    sudo apt-get purge bcmwl-kernel-source

  4. Riavviare il computer.

Installare i driver b43 senza connessione internet

Verificare che la propria scheda sia supportata dal driver b43.

In mancanza di una connessione ad internet

  1. Reperire il supporto di installazione di Ubuntu e dalla cartella pool/main/b/b43-fwcutter copiare il pacchetto b43-fwcutter nella cartella Home del proprio sistema ed installarlo digitando il seguente comando:

    sudo dpkg -i b43-fwcutter*

  2. Da un computer con accesso ad internet scaricare il file del firmware richiesto:
  3. Copiare i file scaricati nella propria Home. Aprire un terminale e digitare i seguenti comandi per estrarre ed installare il firmware b43legacy

    sudo b43-fwcutter -w /lib/firmware wl_apsta-3.130.20.0.o

    • Ubuntu 14.04

      tar xfvj broadcom-wl-5.100.138.tar.bz2
      sudo b43-fwcutter -w /lib/firmware broadcom-wl-5.100.138/linux/wl_apsta.o

      e assicurarsi di aver rimosso il pacchetto bcmwl-kernel-source digitando:

      sudo apt-get purge bcmwl-kernel-source

    • Ubuntu 12.04

      tar xfvj broadcom-wl-5.10.56.27.3_mipsel.tar.bz2
      sudo b43-fwcutter -w /lib/firmware broadcom-wl-5.10.56.27.3/driver/wl_apsta/wl_prebuilt.o

  4. Riavviare il computer.

Schede non supportate

Se la propria scheda non è supportata dai driver STA o dai driver open source del kernel, è necessario l’utilizzo di Ndiswrapper che consente di utilizzare i driver closed source di Windows per attivare la scheda.

Problemi noti

Le schede con id 14e4:4727 (Dell Vostro 3555) con chip Broadcom BCM4313 non funzionano alla frequenza di 5 GHz ma a 2,4 GHz non presentano problemi (bug 1010931).

La causa principale è che la scheda è unica banda singola, quindi non trasmetterebbe mai a 5GHz.

Per risolvere il problema su Ubuntu 14.04

  1. Usare il driver brcmsmac:

    sudo apt-get purge bcmwl-kernel-source
    sudo apt-get install linux-firmware-nonfree

  2. Inserire nella blacklist i driver b43 e wl:

    echo "blacklist b43" | sudo tee -a /etc/modprobe.d/blacklist.conf
    echo "blacklist wl" | sudo tee -a /etc/modprobe.d/blacklist.conf

  3. Rimuovere i moduli dei driver sopra citati ed inserire quello di brcmsmac:

    sudo modprobe -r b43 wl brcmsmac
    sudo modprobe brcmsmac
    echo "brcmsmac" | sudo tee -a /etc/modules

  4. Riavviare il computer.

post originale QUI

Ubuntu 14.04.2: secondo aggiornamento cumulativo per l’ultima LTS

Pinguini per caso

È finalmente disponibile il secondo aggiornamento cumulativo dell’ultima versione Long Term Support di Ubuntu, la 14.04 Trusty Tahr. L’annuncio è di oggi, ma in realtà non si tratta di nessuna notizia eclatante per chi conosce la distribuzione Linux più famosa. Infatti di solito Canonical rilascia regolarmente questi aggiornamenti con cadenza semestrale.

View original post 184 altre parole

I Computer LENOVO installano ADWARE…

Lenovo installa adware sui computer portatili dei clienti e compromette TUTTE le SSL.

boa2

Una cosa abbastanza scioccante  – Lenovo installa un  adware che utilizza un attacco “man-in-the-middle” per crakkare le connessioni sicure su computer portatili al fine di accedere ai dati sensibili e inserire la pubblicità. Come se non bastasse, hanno installato un certificato di sicurezza nel sistema, il che significa che gli utenti interessati non possono fidarsi di nessuna connessione sicura e di nessun certificato…
Lenovo ha stretto una partnership con una società denominata Superfish per installare il software di pubblicità sul suo laptop. In circostanze normali, questo non sarebbe motivo di preoccupazione. Tuttavia, il software di Superfish ha una cattiva reputazione. Si tratta di un  noto “adware”, software pubblicitario dannoso. Una ricerca su Google rivela numerosi collegamenti per le pagine che contengono di tutto, anche di software per rimuovere Superfish

Caratteristiche Superfish:

Dirottano connessioni legittime.
Monitora l’attività degli utenti.
Raccoglie informazioni personali e lo carica sui propri server
inserisce
pubblicità nelle pagine legittime.
Visualizza popup con software pubblicitario
Utilizza tecniche di man-in-the-middle per forzare le connessioni sicure e mantenerle aperte.

Superfish sostituisce i certificati dei siti legittimi con luno proprio, al fine di compromettere le connessioni in modo che possa inserire i suoi annunci. Ciò significa che chi ha questo adware incorporato nel software preinstallato non può fidarsi di nessuna connessione sicura con firma digitale.

vediamo infatti dalle foto sottostanti che in un certificato puro della banca d’america la firma digitale è stata sostituita da una fasulla creata da Superfish con protocollo a 1024 bits…

certificateboa2
Verificate che i vostri certificati abbiano la firma digitale esatta, in caso contrario cercate di eliminare l’Adware.

oppure come dico da tempo, evitate di tenere software preinstallato e acquistate computer “free-os” senza sistema operativo…
e installategli un bel sistema Gnu/Linux…

Letto, riassunto e tradotto da  QUI

Maggiori informazioni e per sapere come eliminarlo QUI

per una più corretta informazione ecco le scuse di Lenovo e le istruzioni per eliminare il malware clicca QUI